Sono un copywriter, ma non è una parolaccia

Un dialogo utile alla scoperta dei servigi che offro in merito a

Copywriting, Content Curation, Web e Social Media Strategy

 

Quanti paroloni… ma bisogna sapere l’inglese per capire quello che fai?

Assolutamente no! Queste diciture servono a classificare un poco ciò di cui mi occupo. Ma posso spiegartelo benissimo in italiano!

 

Sentiamo, allora. Che vuol dire copywriter?

Sostanzialmente? Che scrivo.

Amo farlo e so farlo. Soprattutto sul web. Da anni scrivo testi e articoli per siti, blog, e-commerce, newsletter, post sui social network e chi più ne ha più ne metta. È il mio campo, diciamo.

 

Scrivere è scrivere, no? Cioè, su internet o su un foglio di carta cambia qualcosa?

Cambia tantissimo! Il web ha le sue regole, i testi online devono piacere sia agli utenti sia ai motori di ricerca. Chi legge ha i suoi gusti, ma anche Google non è da meno. Scrivere in Rete è un gioco di equilibri tra il mestiere e l’estro, tra la creatività e la conoscenza specifica.

Quante volte ti è capitato di imbatterti in un sito e chiuderlo dopo pochi istanti, perché quello che cercavi non era esattamente dove lo cercavi, o solo perché quello che leggevi ti annoiava o non sapeva coinvolgerti?

 

Un sacco di volte. Anche adesso.

Ah, simpatico! Beh, io voglio precisamente fare in modo che non succeda lo stesso anche per il tuo sito!

 

E invece “Content curation” cosa sarebbe?

Diciamo, per abbreviare, che tutto quel che scrivo poi lo so anche impaginare, organizzare, pubblicare online. Le mie parole non rimangono volanti, diventano parti di un tutto. Con immagini e video a corredo, che la parte visiva gioca un ruolo importante. E senza dimenticare i giusti parametri “dietro le quinte”: titoli, titoletti, descrizioni, link, parole chiave eccetera. È quella che si chiama una corretta ottimizzazione SEO.

Possiamo progettare la casa più bella del mondo, ma senza mattoni, calce e manutenzione non vedrebbe mica la luce.

 

Quindi fatto il sito, fatto tutto? 

Ehm… no. Cioè, è un primo passo all’interno di un progetto: creiamo il sito, o magari ottimizziamo quello che c’era già prima. Dipende. Ma poi dobbiamo popolarlo. Aggiornarlo. Serve una strategia. Un piano preciso, con obiettivi e una visione nel tempo. Cosa ci mettiamo, nel sito? Per raggiungere quale scopo? Ogni quanto pubblichiamo nuovi contenuti? In che lingue? Con che tono? Con quali immagini? Con quali social network a supporto?

 

E lo chiedi a me?

No no, erano domande retoriche! Parte del mio lavoro consiste proprio nel cercare una risposta adatta a te.

 

Hai detto “social network”?

Certo. Il web è popolato dalle persone e le persone sui social ci passano tanto, ma taaanto tempo. Potrebbe essere molto, molto utile presidiarli.

 

Mio cugino ha detto che mi fa la pagina Facebook in due secondi…

Può darsi. Ma poi sa anche curarla e popolarla dei contenuti giusti? Sa impostare una campagna di social media marketing? Sa gestire un’eventuale polemica legata a commenti negativi?

E poi Facebook non è mica il solo e unico! Twitter, Pinterest, Instagram, LinkedIn, Google Plus, Snapchat… Tuo cugino li conosce tutti? Alcuni potrebbero fare al caso tuo, mentre altri non c’entrano nulla con te. E ognuno ha i suoi linguaggi, le sue regole, il suo pubblico.

Sei ancora sicuro che tuo cugino sia l’uomo giusto per te? Sì? Allora presentamelo, che magari ho del lavoro per lui! Altrimenti, tranquillo: me ne occupo io.

 

Si è capito che sei uno che passa mille ore su Internet, d’accordo. Ma con qualcosa che non è connesso come te la cavi?

Ebbene, funziono anche offline. Posso esserti utile come addetto stampa, per progettare e gestire eventi, campagne di comunicazione integrate, o per fare formazione e consulenze specifiche. Insomma, ho tanti altri servigi che posso offrirti!

 

Chi mi dice che è tutto vero?

Che so scrivere? Beh, Smarkamento esiste proprio per questo motivo. Così puoi fartene un’idea personale! E poi ci sono tanti professionisti con cui ho collaborato che potranno dirvi la loro in merito. Solo… non chiedetegli di come reagisco quando vedo un ragno. Non sarebbe carino.

 

 

Hai scoperto qualcosa che ti può interessare? Scrivimi!

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *